Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Cantina del Rustico 1885

I Giardini di Delfina Croce

Cantina del Rustico 1885

L'INCANTO DELLA LAMPADA - Delfina Croce 1885

L'INCANTO DELLA LAMPADA - Delfina Croce 1885

L'INCANTO DELLA LAMPADA - Delfina Croce 1885

Questa sera vi presento un antico incanto dell'ormai amica Delfina Croce, chi mi segue sa che da tempo trascrivo il diario di questa grande donna che ha voluto riportare tutti gli usi e costumi delle antiche Masche (Streghe) delle nostre montagne, tramandate dalla nonna e dalla mamma di Delfina che a loro volta le hanno apprese dalle loro ave.

Le sensazioni che si provano nello sfogliare questo diario sono molte, la prima è quella di essere proiettati indietro nel tempo, si ha come la sensazione di vedere Delfina che nel calore della sua cucina scrive il suo diario e sul camino acceso le immagini delle sue ave e la piccola cucina costipata di barattoli di vetro contenenti erbe di ogni tipo.... almeno questa è l'immagine che ho.

Ma torniamo al nostro incanto e come al solito preferisco che sia Delfina a raccontarvelo.

Nell'anno 1885, mese di Giano, ventiduesimo giorno

Lanterne, portatrici di luce ma anche di fuoco vivo, rammento che mia nonna un giorno mi narrò del modo di cavare protezioni e veggenza da una lampada.

La fiamma vitrea la chiamava, la fiamma che svela, colei che è la luce che viaggia.

Bisogna possedere una lampada (in quel tempo erano ancora diffuse quelle ad olio ma per questo incanto serve praticamente solo quella), se tramandata è meglio o al contrario recuperarla nuova da artigiani capaci.

Di vetro trasparente è la più indicata ma se la base è d'argento poco differenzia all'utilizzo.

La Luna è ancora signora benedicente di questo artefatto, dunque, in una notte di l

Luna piena lascia che la Madre luminosa volga il suo volto verso la lampada.

Preparato anzi tempo un olio di basilicum et hypericum, versa sette gocce nell'olio della lampada e mentre le versi recita questo:

Ecco le gocce della pianta del Re colui che respira il sole ed è luce, nella stessa goccia vi è il nettare della fine dell'estate ove la porta del Re si chiude e le porte del tempo si aprono.

Messe le goccie accendi e chiudi la lampada e lascia che la Luna la bagni con la sua luce, sia posta in terra e vicino ai tuoi piedi, volgi il tuo sguardo alla Luna alza le braccia come fan gli alberi per lodare il cielo e recita:

Grande Madre, tu che conosci le strade del tempo volgi il tuo sguardo su questo lume!

Guarda la fiamma del Re! La sua fiamma è di oro lucente! Guarda Madre e dona alla fiamma la luce della notte!

Sia fiamma oro e argento e nessun segreto avrà per me più il tempo!

Lascia che la fiamma bruci fino al mattino.

Tieni la Lampada ben in vista e questi sono gli usi che potrai farne ma rammenta che ogni qual volta l'olio esaurisce sostituiscilo e rammenta le sette gocce dell'olio del Re:

  • prima che arrivi un ospite accendi il Lume, se la fiamma è tremula non sarà un buon ospite, porta cattive notizie o inganni; se la fiamma è viva è ferma l'ospite è gradito;
  • se vuoi scoprire un segreto, posa a distanza breve le mani sulla parte inferiore della lampada e recita la domanda, se la fiamma è tremula negativa è la risposta, se ondeggia stai attenta, se ferma la questione non è di tuo arbitrio, se la fiamma cambia colore in rosso pericolo in avvenimento, se gialla situazione non chiara, se blu serena, se la fiamma si spegne situazione oscura.
  • guarda la fiamma per 12 battiti di cuore e mentre la guardi fai la domanda del tempo, serra gli occhi e le immagini ti parleranno, resta in ascolto anche nel sonno i sogni riveleranno l'arcano.

Usa la lampada anche come protezione, se posta di sera sulla finestra essa tiene lontano gli spiriti nefasti.

E anche questa traduzione è andata, come al solito non è stato facile ma spero che vi sia cosa gradita.

Vi ricordo che presto organizzerò un incontro in cui parleremo di Delfina, vedrete la sua immagine e il diario.

Marius

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post