Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Cantina del Rustico 1885

I Giardini di Delfina Croce

Cantina del Rustico 1885

L'incanto del Ghiaccio - Diario di Delfina Croce 1885

L'incanto del Ghiaccio - Diario di Delfina Croce 1885

 

E visto che siamo arrivati ormai in inverno ho deciso di sfogliare il diario di Delfina per vedere se la nostra Masca (Strega in piemontese) aveva scritto qualcosa in tal proposito.... e come dubitarne, :-)

Mi sono imbattuto in questo curioso incanto, chi mi segue sa che chiamo incanti quelli che Delfina definiva pensieri o parole di potere, insomma per farla corta si tratta di incantesimi veri e prorpi.

Mi piace pensare che questi pensieri non vadano persi e come dico sempre se il Diario è arrivato a me vuol dire che io sono il mezzo perchè il tutto non vada perso nei meandri del tempo.

Come al solito vi riporto la pagina tradotta che ha sempre il suo fascino.

 

Giorno di Marte, dicembre 1886

 

Amo il ghiaccio e i suoi giochi, amo i suoi disegni che come merletti arredano i boschi e i piccoli ruscelli, come gocce di memoria si posano e restano li come se volessero esser letti.

E proprio con questi pensieri che mi ritorna alla mente un vecchio insegnamento di mia nonna, lei che con tanto amore mi ha lasciato in eredità questi pensieri di potere, magicamente resistenti all'usura del tempo.

Il ghiaccio quale poesia, quale meraviglia della natura, lui che ha il potere di bloccare e filtrare ogni pensiero, questo mi narrava mia nonna.

Nei giorni freddi di prima mattina si svolgeva il pensiero e questa ne è l'esecuzione:

il freddo è arrivato e i pensieri ingiusti delle persone avverse va bloccato!

La sera prima prendi dell'acqua di fonte in una ciotala di terra cotta o qualcosa che sul fuoco può esser posato.

Presa la carta, calamaio e penna scrivi il pensiero o forma un disegno di quello che per te è pesante e crea disdegno.

Se è una persona che porta malie basta metter le sue iniziali, se è un problema assiduo basta scriverlo tutto di un fiato.

Dopo aver scritto o disegnato, piega il foglio e mentre metti la carta in acqua che pria avrai fatto bollire di queste parole:

Ora il pensiero è stato scritto!

Qui lo lascio nell'acqua purificata!

Custodisci o acqua quel che dentro c'è scritto!

Mantieni il foglio spingendolo col dito in modo che la carta sia bagnata e non galleggi.

Fatto questo prendi la ciotola e portala fuori, poggiala in posto sicuro che nessun uomo o animale la profani e di queste parole.

Ora che tu acqua custodisci questo mio pensiero il mio cuor è sereno!

Fa che questi pensieri siano custoditi dal ghiaccio che dievieni!

Imprigionali ora imprigionali per sempre in modo che siano mai più presente!

Lascia che l'acqua divenga ghiaccio e al mattino al levar del sole prendi il tutto e recati in posto tranquillo, dopo che avrai scavato una buca capiente verda il ghiaccio e seppelliscilo dicendo queste parole:

Il pensiero è stato scritto ed è stato ghiacciato e da nessuno verrà scoperto e rivelato!

Dalla mente alla carta, dalla carta all'acqua, dall'acqua al ghiaccio, dal ghiaccio alla terra!

Io qui ora ti lascio e mi libero di ciò che mi tormentava, ora non più!

Custodisci o terra cio che mi faceva soffrire!

Mai più persona o pensiero simili mi si avvicina!

Copri e ringrazia, il pensiero non tornerà mai più, ma bada che se il ghiaccio non se formato il pensiero non se ne è andato, riprova comunque!

Mia nonna consigliava sempre di eseguire il tutto mentre la luna era calante.

 

Da quello che si evince dagli scritti questo tipo d'incanto era usato anche per tenere lontane le persone indesiderate ma anche come amuleti per le case e chiaramente posizionati sull'uscio, ma di questo ne parleremo a breve.

 

Come al solito non è stato facile ma spero che anche questo sia di vostro gradimento.

Grazie di cuore da me e Delfina :-)

Marius

L'incanto del Ghiaccio - Diario di Delfina Croce 1885

Condividi post

Repost 0

Commenta il post