Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Cantina del Rustico 1885

I Giardini di Delfina Croce

Cantina del Rustico 1885

Antico incanto del vento - Delfina Croce 1885

Antico incanto del vento - Delfina Croce 1885

Antico incanto del vento

Delfina Croce 1885

 

E finalmente siamo riusciti a tradurre alcunne pagine del diario di Delfina Croce, masca (strega in piemontese) del 1885, chi mi segue da tempo sa che Delfina è una maestrina che decide di trascrivere tutte le antiche usanze delle masche della valle di Susa tramandate da sua nonna e sua mamma.

Quello che vi presento oggi è "L'ANTICO INCANTO DEL VENTO", sinceramente trovo che questo incanto sia meraviglioso, in molti avete sentito parlare di divinazione, dall'ormai famoso tarocco dai natali antichi ma persi nel tempo, fino alla divinazione dei fondi di cenere sostituiti poi dal caffè.

Delfina e le sue ave con questo incanto non solo propiziavano i raccolti ma ascoltavano la voce del tempo che secondo la tradizione era lo stesso dai giorni della creazione e dunque poteva vedere non solo il passato ma anche il futuro.

Abbiamo trovato anche una parte del diario in cui si parla del "Vento Rivelatore", cioè un vento che rivelava gli antichi incanti, ma sempre secondo Delfina è un incanto talmente potente che in realtà è nascosto tra le pagine dello stesso partendo da questa pagina.... bello no? Cominciamo con i misteri a quanto pare e sinceramente mi pareva strano non ne esistessero... quindi scopriremo presto di cosa si tratta.

Ma non voglio tediarvi ulteriormente e dunque cominciamo....

 

Come al solito cerco di riportarvi come meglio posso la pagina del diario tradotta fedelmente.

 

L'incanto del vento

Diciottesimo giorno di Mercurio 1885

Mia madre mi spiegò un giorno uno degli incanti più importanti e allo stesso tempo più pericoloso se adoperato con sceleratezza, il Vento deve essere tratato come un'entità suprema, esso fa parte delle creazione stessa come l'acqua.

Codesto incanto vi rivelerà segreti passati e eventi futuri, porterà saggezza, gioia o dolore, ma se lo si usa si deve anche accettare la conseguenza delle stesso.

Cantare col vento è unirsi col tutto, ascoltarne la voce e i suoi racconti è viaggiare nel miracolo della vita.

Il Vento è il tempo stesso, questo che trascrivo è un incanto minore, il grande incanto è racchiuso in questo diario, so che un giorno verrà rivelato (.... parte incomprensibile poichè sbiadita).

In una sera mentre il tramonto è padrone, recati in un altura da cui scorgi sia l'est che l'ovest, rammenta una scodella di pietra e dell'acqua di fonte, poco importa come sia la luna poichè il vento è un entità al di sopra di molte.

Riempi dunque con acqua di fonte la scodella recitando questa formula:

ACQUA CHE CREA, ACQUA CHE DISTRUGGE

TU CHE SENTI LA VOCE DEL TUO SECONDO FRATELLO

CHIAMALO!

Fatto questo, prendi in mano la scodella e inpiedi rivolta ad est soffia tre volte lievemente nella scodella facendo vibrar l'acqua, fatto questo recita:

VENTATIS ! ANIMA! IO E TUA SORELLA LIMPYA TI CHIAMIAMO A GRAN VOCE!

SORGI PER NOI E CHE IL TUO ARRIVO SIA VELOCE!

SORGI E SOFFIA ALITI DI VITA E SVELA  LA MEMORIA  A ME SCONOSCIUTA!

SORGI ORA E SORGI ANCORA COME FA OGNI DI' L'AURORA!

SUSSURA I SEGRETI CON ALITI DISCRETI!

aspetta che il vento si alzi e guarda dentro la scodella e di:

ASCOLTO, ASCOLTO, ASCOLTO...a voce bassa.

serra gli occhi e la voce del vento ti parlerà e dunque chiedi, lui risponderà, non cercare di guardarlo in volto o il tuo futuro ti sarà tolto!

Or che hai udito, soffia tre volte girando ad ovest e recita:

VENTATATIS, ANIMA! HO UDITO LA TUA SOAVE VOCE! ORA TRAMONTA VELOCE!

SIA TU BENEDETTO PER QUEL CHE MI HAI DETTO!

HO IL CUORE IN PACE E DA ADESSO TUTTO TACE!

Apri gli occhi guarda l'acqua e poi lasciala cadere sulla terra dell'ovest recitando:

IO TI RINGRAZIO LIMPYA, SORELLA DI COLUI CHE HO ASCOLTATO!

ORA LASCIO TE QUI E NULLA VERRA' SVELATO!

Rammenta che per parlar col vento il tuo cuore dovrà esser sereno, più agitato lui più lo sarà il vento, fai di questo un buon consiglio e ascolta, ascolta, ascolta.

Delfina Croce

 

In realtà Delfina ci ha trasmesso anche le sue sensazioni, si capisce dalla semplicità del testo ma io ne percepisco anche la complessità... anche per me è davvero emozionante tutto questo e condivido con voi con molto piacere.

Come al solito spero che vi sia cosa gradita.

Marius

Condividi post

Repost 0

Commenta il post