Overblog Segui questo blog
Edit page Administration Create my blog

Cantina del Rustico 1885

I Giardini di Delfina Croce

Cantina del Rustico 1885

Chiomonte

Chiomonte (Cimon in piemontese, Cháumount in occitano e Chaumont in francese) è un comune italiano di 931 abitanti della provincia di Torino.
Si trova in Val di Susa e fa parte della Comunità Montana Valle Susa e Val Sangone.

Dall'antica denominazione Caput Montium (o anche Calcis Mons, quest'ultima per via di certe cave di calce che vi si trovavano nel territorio) o Caumontium.

TERRITORIO

Chiomonte sorge a 750 metri s.l.m. sulla riva destra della Dora Riparia, a circa 60 km da Torino, in alta Val di Susa. Il comune è sovrastato dal massiccio dell'Ambin che raggiunge la sua massima elevazione nella Rocca d'Ambin (3.377 m).


Nel territorio comunale rientrano anche le due frazioni di Ramat, a 1000 metri s.l.m. sul versante sinistro della Dora, e Frais, a 1500 metri, centro sciistico e di villeggiatura estiva.

STORIA

Originariamente il centro abitato sorgeva sulla riva opposta del fiume, come testimoniano i resti di villaggi preistorici rinvenuti in regione Maddalena, dove oggi si trova il museo archeologico, con importanti testimonianze dell'epoca preistorica e celtica. Già nel periodo romano però il nucleo del paese si trovava sull'altro versante, più in alto rispetto al letto del fiume; passato in seguito sotto la giurisdizione francese, il comune di Chiomonte divenne la frontiera tra il territorio sabaudo e piemontese e quello francese del Delfinato. Passato con tutta l'Alta Val Susa, sotto i Savoia con il Trattato di Utrecht (1713), che pose fine alla guerra di successione spagnola, il paese ha poi conosciuto una fase di espansione e di industrializzazione agli inizi del Novecento, grazie alla ferrovia, alla centrale idroelettrica (la prima nella valle) e, a partire dagli anni cinquanta, all'affermazione della stazione sciistica del Frais, servita da una seggiovia (di nuova costruzione, aperta dal 06/01/2011 e inaugurata il 05/02/2011) che la collega alla stazione ferroviaria.


Oggi, dopo la completa automatizzazione della centrale elettrica, l'economia si regge soprattutto sull'industria di conservazione di cibi surgelati, sulla ferrovia, sul turismo, soprattutto invernale (la frazione Frais è stata sede di allenamento durante i XX Giochi olimpici invernali di Torino 2006), e sulla produzione enogastronomica, in particolare formaggi (tome) e vini (di vitigni sia trapiantati sia autoctoni, come l'avanà).

LUOGHI DA VEDERE

Da vedere: la Chiesa parrocchiale di Santa Maria, con pregevoli sculture lignee e affreschi; l'antica Chiesetta di Santa Caterina, risalente al XII secolo; la Chiesa di Sant'Andrea (fraz. Ramats), restaurata di recente; il Museo Archeologico; la Pinacoteca G. A. Levis, ricca di opere del pittore chiomontino; le fontane in pietra che costellano il paese, alcune risalenti al XVI secolo; la Chiesa di San Bartolomeo, in frazione Frais, visitabile durante la festa del Santo patrono. Chiomonte, oltre che al pittore Levis, ha dato i natali all'ammiraglio Giorgio Andrea Agnes Des Geneys, fondatore della marina sabauda nei primi dell'800; in suo ricordo la cittadinanza ha eretto un bel monumento nell'omonima piazza. La festa del patrono di Chiomonte è San Sebastiano il venti di gennaio, in cui i giovani del paese, vestiti con gli abiti tradizionali, portano in giro per il centro un apparato decorato "la puento" (la punta), in segno di buon auspicio per l'anno appena iniziato, mentre le ragazze ballano intorno.


Per gli appassionati di escursioni in montagna si consigliano gite:


alle fortezze del Gran Serin e dell'Assietta, dove si svolse un'importante battaglia nel '700 contro i Francesi (3 ore dal Frais);
al Gran Pertus (grande buco), opera idraulica di notevole importanza realizzata a metà '500 dal chiomontino Colombano Romean, e ai Quattro Denti, formazioni calcaree (di roccia dolomitica) sulla cresta della montagna (3 ore da Ramats), proseguendo eventualmente per Cappella Bianca (1 ora) o per il Rifugio Luigi Vaccarone (2.743 m), attualmente chiuso in attesa di ristrutturazione (2 ore).

Condividi pagina

Repost 0